CORSI PER FORMATORI

IN MATERIA DI SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

 

  

D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.

D.M. 06.03.2013 (criteri di qualificazione della figura del formatore)

Percorsi formativi organizzati dalla Join Academy & Consulting,                                                                                        ente di formazione professionale di diretta emanazione regionale

PROGRAMMAZIONE CORSI

 

Il corsista potrà iscriversi in qualsiasi periodo dell'anno ai corsi.

 

 

Prossima programmazione:

 

informarsi presso la segreteria studenti allo 081.193.195.67 - 02. 379.014.59


Percorso formativo per Formatore e Consulente del sistema HACCP

Percorso formativo:

 

H.A.C.C.P. per Formatore e Consulente

 

 

Durata: 40 ORE

La normativa HACCP prevede che le aziende operanti nel settore alimentare come i ristoranti, i bar, i supermercati e, in generale, quelle aziende che trasformano, vendono o conservano beni alimentari svolgano determinate procedure e adottino certi comportamenti volti a garantire la sicurezza degli stessi, prevedendo le possibili contaminazioni.

 

Tali aziende si rivolgono ad un Consulente HACCP, in quanto appositamente formato ed esperto nella preparazione della documentazione richiesta (il manuale HACCP) e nell'effettuare le analisi necessarie per conseguire la certificazione per la sicurezza alimentare.

Programma del corso:

 

  • La legislazione alimentare nel mercato unico europeo (la moderna legislazione in tema di produzione e distribuzione di alimenti - la comunità europea ed il commercio internazionale di alimenti - legislazione alimentare - alimento - principi generali della produzione e commercio)
  • Il ruolo e le responsabilità dell'impresa alimentare e degli OSA (idoneità alimentare - obblighi di gestione dei requisiti generali di sicurezza - gli operatori del settore alimentare - risk management e legislazione alimentare)
  • Il controllo ufficiale (il moderno controllo ufficiale, alimento tossico, alimento nocivo, alimento a rischio e alimento inadatto - alimento putrefatto, alimento deteriorato e alimento decomposto - il destinatario del precetto contenuto nell'art. 14 del Reg. 178/2002 - l'organizzazione del controllo ufficiale)
  • L'Audit secondo il regolamento CE 882/2004 (l'audit - i principi dell'auditing - il processo di audit - le fasi dell'audit - l'auditing presso gli operatori del settore alimentare - l'audit di alta qualità - la valutazione della maturità culturale dell'impresa in tema di gestione sicura delle produzioni alimentari - la classificazione del rischio delle imprese alimentari)
  • I reati alimentari (autocontrollo e responsabilità penale - l'art. 5 della legge 283/62 - il diritto penale alimentare - il reato di cui agli artt. 515 e 516 c.p. - la legge 283/62 - il reato di cui all'art. 6 del D.Lgs. 193/07) 
  • Controllo e sanzione in materia di legislazione alimentare (l'impatto dell'art. 2 del D.Lgs. 193/2007 - il sistema sanzionatorio amministrativo - le nuove sanzioni amministrative per violazioni igieniche)
  • La qualità agro-alimentare (la tutela del consumatore - l'etichettatura dei prodotti alimentari - origine e provenienza dei prodotti alimentari - il sistema DOP e IGP - la produzione biologica)
  • Fattori di contaminazione degli alimenti (contaminanti biologici - contaminanti chimici - contaminanti fisici)
  • Relazione tra contaminanti e categorie di alimenti (carni - salumi - prodotti ittici - latte e derivati - ortofrutta - cereali e derivati - alimenti vari - bevande)
  • Operazioni fondamentali della filiera alimentare (trattamenti a caldo - trattamenti termici a freddo - trattamenti chimici e con radiazioni - concentrazione - confezionamento - distribuzione)
  • Fattori strutturali ed organizzative (risorse tecnologiche - risorse umane - fornitori - mercato - controllo del processo - verifica e mantenimento - controllo degli approvvigionamenti - codex alimentarius e manuali di corretta prassi igienica)
  • Esempi pratici dell'applicazione dell'HACCP (lavorazione del latte - lavorazione di prodotti carnei - produzione di prodotti da forno - produzione di salumi - produzione di una pietanza pronta per il consumo - lavorazione di una verdura cruda)
  • Costruzione di un sistema di rintracciabilità (analisi iniziale - struttura e responsabilità - attuazione e procedure - manuale della rintracciabilità - procedure - modulistica)

 

Erogazione del percorso formativo:

 

  • corso erogato in fad asincrona (con videolezioni registrate dal docente)
  • esame finale mediante test a risposta multipla

Percorsi formativi per Formatore alla Sicurezza sui luoghi di lavoro

Percorso formativo:

 

Formatore Sicurezza sul Lavoro

 

e Criterio di qualificazione della figura del Formatore per la salute e sicurezza sul lavoro del 06.03.2013

 

  

Durata: 24 ORE

Prerequisito di iscrizione: 

Diploma di scuola secondaria di secondo grado

Conoscenza D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. 

 

 

Altri requisiti:

Visiona il D.I. 06.03.2013 

 

 

 Programma del corso:

 

  • L'approccio alla prevenzione per un percorso di miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori
  • I soggetti del sistema di prevenzione aziendale: i compiti, gli obblighi, le responsabilità civili e penali
  • La classificazione dei rischi in relazione alla normativa
  • La comunicazione (che cos'è la comunicazione - la struttura della comunicazione - i livelli di comunicazione - gli assiomi della comunicazione - la comunicazione interna all'azienda)
  • Teorie della formazione (conoscenze relative alle finalità della formazione alla sicurezza - conoscere i principi andragogici applicati alla formazione alla sicurezza - conoscere le competenze del formatore - conoscere la differenza tra formazione, informazione e addestramento)
  • Comunicare il rischio (fondamenti del processo comunicativo-relazionale - comunicare la sicurezza: strumenti e metodi - la dimensione dell'ascolto per la comunicazione alla sicurezza - la comunicazione educativa)
  • Gestione dei nuovi obblighi di formazione (le disposizioni dell'art. 37 e i contenuti del A.S.R. del 2011 - le disposizioni dell'art. 34 e i contenuti del A.S.R. del 2011 - A.S.R. per l'individuazione delle attrezzature per le quali è richiesta una specifica abilitazione)
  • I requisiti dei docenti formatori per la sicurezza sul lavoro
  • Decreto del Fare: sconto per la formazione sulla sicurezza: più semplice con i crediti
  • L'importanza della formazione (riflessioni sulla normativa - il mestiere del formatore - le competenze distintive del formatore - la formazione - le fasi della progettazione - l'analisi dei bisogni - la progettazione - erogazione dell'intervento) 
  • Focus sulla formazione (le mappe - dinamiche - la comunicazione interpersonale - gli aspetti della comunicazione - caratteristiche della comunicazione verbale e non verbale - barriere della comunicazione - l'ascolto - la tecnica delle domande - scheda di approfondimento: un modello di comunicazione efficace - scheda di verifica)
  • Metodologie didattiche (lezione - esercitazione - caso di studio - simulazione - autocaso - role-playing strutturati)
  • La progettazione e la predisposizione del setting e dei materiali da utilizzare nell'intervento formativo (la macro progettazione e la costruzione degli obiettivi formativi - la micro progettazione - predisposizione degli strumenti formativi)
  • Predisporre l'ambiente e i materiali (la predisposizione dell'aula - la predisposizione delle slide)

 

Erogazione del percorso formativo:

 

  • corso erogato in fad asincrona (con videolezioni registrate dal docente)
  • esame finale mediante test a risposta multipla

Percorso formativo:

 

Formatore Sicurezza sul Lavoro

 

Criterio di qualificazione della figura del Formatore per la salute e sicurezza sul lavoro del 06.03.2013

 

  

Durata: 40 ORE

Prerequisito di iscrizione: 

Diploma di scuola secondaria di secondo grado

Conoscenza D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. 

 

 

Altri requisiti:

Visiona il D.I. 06.03.2013 

 

 

 Programma del corso:

 

  • L'approccio alla prevenzione per un percorso di miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori
  • I soggetti del sistema di prevenzione aziendale: i compiti, gli obblighi, le responsabilità civili e penali
  • La classificazione dei rischi in relazione alla normativa
  • La comunicazione (che cos'è la comunicazione - la struttura della comunicazione - i livelli di comunicazione - gli assiomi della comunicazione - la comunicazione interna all'azienda)
  • Teorie della formazione (conoscenze relative alle finalità della formazione alla sicurezza - conoscere i principi andragogici applicati alla formazione alla sicurezza - conoscere le competenze del formatore - conoscere la differenza tra formazione, informazione e addestramento)
  • Comunicare il rischio (fondamenti del processo comunicativo-relazionale - comunicare la sicurezza: strumenti e metodi - la dimensione dell'ascolto per la comunicazione alla sicurezza - la comunicazione educativa)
  • Gestione dei nuovi obblighi di formazione (le disposizioni dell'art. 37 e i contenuti del A.S.R. del 2011 - le disposizioni dell'art. 34 e i contenuti del A.S.R. del 2011 - A.S.R. per l'individuazione delle attrezzature per le quali è richiesta una specifica abilitazione)
  • I requisiti dei docenti formatori per la sicurezza sul lavoro
  • Decreto del Fare: sconto per la formazione sulla sicurezza: più semplice con i crediti
  • L'importanza della formazione (riflessioni sulla normativa - il mestiere del formatore - le competenze distintive del formatore - la formazione - le fasi della progettazione - l'analisi dei bisogni - la progettazione - erogazione dell'intervento) 
  • Focus sulla formazione (le mappe - dinamiche - la comunicazione interpersonale - gli aspetti della comunicazione - caratteristiche della comunicazione verbale e non verbale - barriere della comunicazione - l'ascolto - la tecnica delle domande - scheda di approfondimento: un modello di comunicazione efficace - scheda di verifica)
  • Metodologie didattiche (lezione - esercitazione - caso di studio - simulazione - autocaso - role-playing strutturati)
  • La progettazione e la predisposizione del setting e dei materiali da utilizzare nell'intervento formativo (la macro progettazione e la costruzione degli obiettivi formativi - la micro progettazione - predisposizione degli strumenti formativi)
  • Predisporre l'ambiente e i materiali (la predisposizione dell'aula - la predisposizione delle slide)
  • Il gioco come strumento di apprendimento: role play (le figure della sicurezza nei cantieri temporanei e mobili - la riunione periodica di prevenzione e protezione dai rischi per la sicurezza in azienda - l'incidente nell'azienda agricola) - cruciverba - domande interattive - cassetta primo soccorso - completa la frase sulla sicurezza - crucipuzzle della sicurezza - photostory 

 

Erogazione del percorso formativo:

 

  • corso erogato in fad asincrona (con videolezioni registrate dal docente)
  • esame finale mediante test a risposta multipla

Percorso formativo:

 

Formatore Sicurezza sul Lavoro

 

Criterio di qualificazione della figura del Formatore per la salute e sicurezza sul lavoro del 06.03.2013

 

  

Durata: 64 ORE

Prerequisito di iscrizione: 

Diploma di scuola secondaria di secondo grado

Conoscenza D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. 

 

 

Altri requisiti:

Visiona il D.I. 06.03.2013 

 

 

 Programma del corso:

 

  • L'approccio alla prevenzione per un percorso di miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori
  • I soggetti del sistema di prevenzione aziendale: i compiti, gli obblighi, le responsabilità civili e penali
  • La classificazione dei rischi in relazione alla normativa
  • La comunicazione (che cos'è la comunicazione - la struttura della comunicazione - i livelli di comunicazione - gli assiomi della comunicazione - la comunicazione interna all'azienda)
  • Teorie della formazione (conoscenze relative alle finalità della formazione alla sicurezza - conoscere i principi andragogici applicati alla formazione alla sicurezza - conoscere le competenze del formatore - conoscere la differenza tra formazione, informazione e addestramento)
  • Comunicare il rischio (fondamenti del processo comunicativo-relazionale - comunicare la sicurezza: strumenti e metodi - la dimensione dell'ascolto per la comunicazione alla sicurezza - la comunicazione educativa)
  • Gestione dei nuovi obblighi di formazione (le disposizioni dell'art. 37 e i contenuti del A.S.R. del 2011 - le disposizioni dell'art. 34 e i contenuti del A.S.R. del 2011 - A.S.R. per l'individuazione delle attrezzature per le quali è richiesta una specifica abilitazione)
  • I requisiti dei docenti formatori per la sicurezza sul lavoro
  • Decreto del Fare: sconto per la formazione sulla sicurezza: più semplice con i crediti
  • L'importanza della formazione (riflessioni sulla normativa - il mestiere del formatore - le competenze distintive del formatore - la formazione - le fasi della progettazione - l'analisi dei bisogni - la progettazione - erogazione dell'intervento) 
  • Focus sulla formazione (le mappe - dinamiche - la comunicazione interpersonale - gli aspetti della comunicazione - caratteristiche della comunicazione verbale e non verbale - barriere della comunicazione - l'ascolto - la tecnica delle domande - scheda di approfondimento: un modello di comunicazione efficace - scheda di verifica)
  • Metodologie didattiche (lezione - esercitazione - caso di studio - simulazione - autocaso - role-playing strutturati)
  • L'analisi dei bisogni formativi (la richiesta di formazione - l'analisi dei bisogni)
  • La progettazione e la predisposizione del setting e dei materiali da utilizzare nell'intervento formativo (la macro progettazione e la costruzione degli obiettivi formativi - la micro progettazione - predisposizione degli strumenti formativi)
  • Predisporre l'ambiente e i materiali (la predisposizione dell'aula - la predisposizione delle slide)
  • La costruzione e il presidio del patto d'aula (l'incontro e l'avvio dei lavori - l'introduzione al tema formativo - la gestione dei contenuti e delle domande - la gestione della discussione - la gestione del rapporto con i partecipanti - i rinforzi all'apprendimento - la gestione della chiusura)
  • Il formatore e l'arte del teatro, ovvero comunicare (la presenza scenica - costruire intimità)
  • L'expertise al servizio dell'energia (mantenere consapevolezza e controllo sui propri pregiudizi - saper vedere e riconoscere gli stili di apprendimento - saper riconoscere e gestire i momenti di empasse e blocco del processo di apprendimento - attenzione all'impatto personale)
  • Valutare il processo formativo e l'apprendimento (la valutazione del processo formativo - l'autovalutazione)
  • Costruire il report per la restituzione (perchè scrivere un report - per chi scrivere un report - cosa scrivere in un report - come scrivere un report)
  • Il gioco come strumento di apprendimento: role play (le figure della sicurezza nei cantieri temporanei e mobili - la riunione periodica di prevenzione e protezione dai rischi per la sicurezza in azienda - l'incidente nell'azienda agricola) - cruciverba - domande interattive - cassetta primo soccorso - completa la frase sulla sicurezza - crucipuzzle della sicurezza - photostory 

 

Erogazione del percorso formativo:

 

  • corso erogato in fad asincrona (con videolezioni registrate dal docente)
  • esame finale mediante test a risposta multipla

Percorso formativo:

 

Spazi e ambienti confinati per Formatore

 

 

Durata: 16 ORE

Prerequisito di iscrizione: 

Diploma di scuola secondaria di secondo grado

Conoscenza D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. 

 

 

 Programma del corso:

 

  • Predisporre l'ambiente e i materiali (la predisposizione dell'aula - la predisposizione delle slide) - La costruzione e il presidio del patto d'aula (l'incontro e l'avvio dei lavori - l'introduzione al tema formativo - la gestione dei contenuti e delle domande - la gestione della discussione - la gestione del rapporto con i partecipanti - i rinforzi all'apprendimento - la gestione della chiusura) - Il formatore e l'arte del teatro, ovvero comunicare (la presenza scenica - costruire intimità) - L'expertise al servizio dell'energia (mantenere consapevolezza e controllo sui propri pregiudizi - saper vedere e riconoscere gli stili di apprendimento - saper riconoscere e gestire i momenti di empasse e blocco del processo di apprendimento - attenzione all'impatto personale) - Valutare il processo formativo e l'apprendimento (la valutazione del processo formativo - l'autovalutazione) - Costruire il report per la restituzione (perchè scrivere un report - per chi scrivere un report - cosa scrivere in un report - come scrivere un report) - Il gioco come strumento di apprendimento: role play (le figure della sicurezza nei cantieri temporanei e mobili - la riunione periodica di prevenzione e protezione dai rischi per la sicurezza in azienda - l'incidente nell'azienda agricola) - cruciverba - domande interattive - cassetta primo soccorso - completa la frase sulla sicurezza - crucipuzzle della sicurezza - photostory 
  • Il DPR 177/11 la qualificazione delle imprese operanti in ambienti confinati - messa a conoscenza e disquisizione come adempiere alle linee guida inail - la valutazione dei rischi le attività svolte negli spazi confinati - ambienti confinati e sospetti d'inquinamento secondo il D.Lgs. 81/2008 e relative circolari - individuazione dei pericoli e rischi con illustrazione delle problematiche legate alle variazioni di ossigeno o gas pericolosi, sostanze e polveri infiammabili con definizione dei limiti di salute a breve e lungo termine - definizione di pericolo e rischio con valutazione dei rischi in ambienti confinati "non" valutazione del concetto di ambiente confinato - definizione delle procedure di accesso al sito confinato - definizione delle procedure da adottare in ambiti specifici e relativi dpi - definizione delle procedure di emergenza - richiamo alle figure e responsabilità previste dal DPR 177.2011 e D.Lgs. 81/2008 

 

Erogazione del percorso formativo:

 

  • corso erogato in fad asincrona (con videolezioni registrate dal docente)
  • esame finale mediante test a risposta multipla

CORSI DI AGGIORNAMENTO OBBLIGATORI PER FORMATORE ALLA SICUREZZA

Area: Normativa - Giuridica - Organizzativa

 

Formazione in fad asincrona (24 ORE)

Il sistema legislativo

L'approccio alla prevenzione per un percorso di miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori

I soggetti del sistema di prevenzione aziendale, i compiti, gli obblighi, le responsabilità civili e penali

Individuazione e valutazione dei rischi

La classificazione dei rischi in relazione alla normativa

La valutazione di alcuni rischi specifici in relazione alla relativa normativa di salute e sicurezza

Area: Rischi tecnici - Igienico sanitari

 

Formazione in fad asincrona (24 ORE)

Rischio biologico e rischio chimico

radiazioni ionizzanti

laser e risonanza magnetica

movimentazione manuale dei pazienti

videoterminali

luoghi e attrezzature di lavoro

rischio incendio

stress lavoro correlato

violenza e molestie

rifiuti. 

Area: Relazioni - Comunicazione

 

Formazione in fad asincrona (24 ORE)

Il formatore e l'arte dell'architettura, ovvero la progettazione e la predisposizione del setting e dei materiali da utilizzare nell'intervento formativo

Il formatore e l'arte del teatro, ovvero comunicare

Il formatore e l'arte della danza, ovvero l'expertise al servizio dell'energia
Il formatore e l'arte della pittura, ovvero valutare il processo formativo e l'apprendimento
Il formatore e l'arte della letteratura, ovvero costruire il report per la restituzione


Percorsi formativi per Istruttore e Formatore attrezzature - A.S.R. 22.02.2012

FAC.SIMILE dell'Attestazione rilasciata

Requisiti da possedere ai fini della docenza (parte teorica + parte pratica):

 

I requisiti dei formatori (parte teorica) e degli istruttori (parte pratica) delle attrezzature da lavoro, sono individuati nell'Accordo Stato Regioni del 22.02.2012, Allegato A, lettera B, punto 2:

 

  • le docenze verranno effettuate, con riferimento ai diversi argomenti, da personale con esperienza documentata, almeno triennale, sia nel settore della formazione e sia nel settore della prevenzione, sicurezza e salute nei luoghi di lavoro e da personale con esperienza professionale pratica, documentata, almeno triennale, nelle tecniche dell'utilizzazione delle attrezzature di che trattasi.

 

 

Attestazione rilasciata al partecipante:

 

Alla fine del percorso formativo, verrà rilasciata al partecipante attestazione di documentata esperienza triennale in qualità di docente (parte teorica) ed istruttore (parte pratica) nelle tecniche di utilizzazione dell'attrezzatura.

 

L'esperienza della parte teorica sarà valutata attraverso il C.V. del partecipante dove si dovrà evincere l'esperienza almeno triennale sia nel settore della formazione e sia nel settore della prevenzione, sicurezza e salute nei luoghi di lavoro.

 

L'esperienza della parte pratica sarà certificata in seguito all'avvenuto percorso formativo effettuato.

 

 

 

L'attestazione sarà rilasciata dall'Ente di formazione accreditato dalla Regione Campania Join Academy & Consulting, in qualità di soggetto formatore ope legis in virtù dell'Accordo Stato Regioni 22.02.2012, allegato A, lettera B (individuazione dei soggetti formatori e sistema di accreditamento).


Programma formativo in comune a tutte le attrezzature:

 

  • Metodologie didattiche (lezione - esercitazione - caso di studio - simulazione - autocaso - role-playing strutturati)
  • La progettazione e la predisposizione del setting e dei materiali da utilizzare nell'intervento formativo (la macro progettazione e la costruzione degli obiettivi formativi - la micro progettazione - predisposizione degli strumenti formativi)
  • Predisporre l'ambiente e i materiali (la predisposizione dell'aula - la predisposizione delle slide)
  • Gestione dei nuovi obblighi di formazione (i contenuti del A.S.R. del 2012 per l'individuazione delle attrezzature per le quali è richiesta una specifica abilitazione)

Piattaforme di lavoro mobili elevabili

 

Durata della formazione: 12 ore in fad

 

 

Il partecipante dovrà dimostrare di essere stato formato per la parte pratica: 6 ore

Programma specifico del corso:

 

Categorie di PLE: i vari tipi di PLE e descrizione delle caratteristiche generali e specifiche

Componenti strutturali: sistemi di stabilizzazione, livellamento, telaio, torretta girevole, struttura a pantografo/braccio elevabile

Dispositivi di comando e di sicurezza: individuazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, individuazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione

Controlli da effettuare prima dell'utilizzo: controlli visivi e funzionali

DPI specifici da utilizzare con le PLE: caschi, imbracature, cordino di trattenuta e relative modalità di utilizzo i punti di aggancio in piattaforma

Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi: analisi e valutazione dei rischi più ricorrenti nell'utilizzo delle PLE (rischi di elettrocuzione, rischi ambientali, di caduta dall'alto, ecc.), spostamento e traslazione, posizionamento e stabilizzazione, azionamenti e manovre, rifornimento e parcheggio in modo sicuro a fine lavoro

Procedure operative di salvataggio: modalità di discesa in emergenza

Gru per autocarro

 

Durata della formazione: 12 ore in fad

 

 

Il partecipante dovrà dimostrare di essere stato formato per la parte pratica: 8 ore

Programma specifico del corso:

 

Terminologia, caratteristiche delle diverse tipologie di gru per autocarro con riferimento alla posizione di installazione, loro movimenti e equipaggiamenti di sollevamento, modifica delle configurazioni in funzione degli accessori installati

Nozioni elementari di fisica per poter valutare la massa di un carico e per poter apprezzare le condizioni di equilibrio di un corpo, oltre alla valutazione dei necessari attribuiti che consentono il mantenimento dell'insieme gru per autocarro: fattori ed elementi che influenzano la stabilità

Caratteristiche principali e principali componenti delle gru per autocarro

Tipi di allestimento e organi di presa - Dispositivi di comando a distanza

Contenuti delle documentazioni e delle targhe segnaletiche in dotazione delle gru per autocarro - Utilizzo delle tabelle di carico fornite dal costruttore

Principi di funzionamento, di verifica e di regolazione dei dispositivi limitatori, indicatori, di controllo

Principi generali per il trasferimento, il posizionamento e la stabilizzazione

Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi: analisi e valutazione dei rischi più ricorrenti nell'utilizzo delle gru per autocarro - Segnaletica gestuale 


Gru a torre

 

Durata della formazione: 16 ore in fad

 

 

Il partecipante dovrà dimostrare di essere stato formato per la parte pratica: 6 ore

Programma specifico del corso:

 

Norme generali di utilizzo della gru a torre: ruolo dell'operatore rispetto agli altri soggetti - Limiti di utilizzo dell'attrezzatura tenuto conto delle sue caratteristiche e delle sue condizioni di installazione - Manovre consentite tenuto conto delle sue condizioni di installazione - Caratteristiche dei carichi 

Tipologie di gru a torre: i vari tipi di gru a torre e descrizione delle caratteristiche generali e specifiche

Principali rischi connessi all'impiego di gru a torre

Nozioni elementari di fisica: nozioni di base per la valutazione dei carichi movimentati nei cantieri, condizioni di equilibrio di un corpo

Tecnologia delle gru a torre - Componenti strutturali

Dispositivi di comando e di sicurezza

Le condizioni di equilibrio delle gru a torre: fattori ed elementi per la stabilità

L'installazione della gru a torre - Controlli da effettuare prima dell'utilizzo

Modalità di utilizzo in sicurezza della gru a torre

Manutenzione della gru a torre: controlli visivi della gru e delle proprie apparecchiature per rilevare le anomalie e attuare i necessari interventi 

Carrello industriale (tutti i tipi)

 

Durata della formazione: 16 ore in fad

 

 

Il partecipante dovrà dimostrare di essere stato formato per la parte pratica: 8 ore

Programma specifico del corso:

 

Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di veicolo per il trasporto interno

Principali rischi connessi all'impiego di carrelli semoventi

Nozioni elementari di fisica

Tecnologia dei carrelli semoventi

Componenti principali dell'attrezzatura

Sistemi di ricarica delle batterie

Dispositivi di comando e di sicurezza

Le condizioni di equilibrio dell'attrezzatura

Controlli e manutenzioni: verifiche giornaliere e periodiche

Modalità di utilizzo in sicurezza dei carrelli semoventi

Nozioni sui possibili rischi per la salute e la sicurezza collegati alla guida del carrello ed in particolare ai rischi riferibili: all'ambiente di lavoro, al rapporto uomo/macchina, allo stato di salute del guidatore

Nozioni sulle modalità tecniche, organizzative e comportamentali e di protezione personale idonee a prevenire i rischi


Trattore agricolo/forestale

 

Durata della formazione: 12 ore in fad

 

 

Il partecipante dovrà dimostrare di essere stato formato per la parte pratica: 10 ore

Programma specifico del corso:

 

Categorie di trattori

Componenti principali: struttura portante, organi di trasmissione, organi di propulsione, organi di direzione e frenatura, dispositivi di accoppiamento e azionamento delle macchine operatrici, impianto idraulico ed elettrico

Dispositivi di comando e di sicurezza

Controlli da effettuare prima dell'utilizzo: controlli visivi e funzionali

DPI specifici da utilizzare con i trattori

Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi legati all'attrezzatura

Macchine movimento terra (tutti i tipi)

 

Durata della formazione: 12 ore in fad

 

 

Il partecipante dovrà dimostrare di essere stato formato per la parte pratica: 12 ore

Programma specifico del corso:

 

Categorie di macchine movimento terra

Componenti strutturali: struttura portante, organi di trasmissione, organi di propulsione, organi di direzione e frenatura, dispositivi di accoppiamento e azionamento delle macchine operatrici, impianto idraulico ed elettrico

Dispositivi di comando e di sicurezza

Controlli da effettuare prima dell'utilizzo: controlli visivi e funzionali

Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi legati all'attrezzatura

Protezione nei confronti degli agenti fisici: rumore, vibrazioni al corpo intero ed al sistema mano-braccio


Gru mobile

 

Durata della formazione: 12 ore in fad

 

 

Il partecipante dovrà dimostrare di essere stato formato per la parte pratica: 7 ore

Programma specifico del corso:

 

Terminologia, caratteristiche delle diverse tipologie di gru mobili, loro movimenti e loro equipaggiamenti di sollevamento

Principali rischi e loro cause

Nozioni elementari di fisica per poter stimare la massa di un carico e per poter apprezzare le condizioni di equilibrio di un corpo

Principali caratteristiche e componenti delle gru mobili

Meccanismi, loro caratteristiche e loro funzioni

Condizioni di stabilità di una gru mobile

Contenuti della documentazione e delle targhe segnaletiche in dotazione della gru - Utilizzo dei diagrammi e delle tabelle di carico del costruttore

Principi di funzionamento, di verifica e di regolazione dei dispositivi limitatori ed indicatori

Principi generali per il posizionamento, la stabilizzazione ed il ripiegamento della gru - Segnaletica gestuale

Pompa per il calcestruzzo

 

Durata della formazione: 12 ore in fad

 

 

Il partecipante dovrà dimostrare di essere stato formato per la parte pratica: 7 ore

Programma specifico del corso:

 

Categorie di pompe per calcestruzzo

Componenti strutturali: sistemi di stabilizzazione, livellamento, telaio

Dispositivi di comando e di sicurezza

Controlli da effettuare prima dell'utilizzo: controlli visivi e funzionali

Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi legati all'attrezzatura

Partenza dalla centrale di betonaggio, trasporto su strada, accesso al cantiere

Norme di comportamento per le operazioni preliminari allo scarico

Norme di comportamento per lo scarico del calcestruzzo

Pulizia del mezzo: lavaggio tubazione braccio pompa, lavaggio corpo pompa

Manutenzione straordinaria della pompa: verifica delle tubazioni di mandata, del sistema di pompaggio e della tramoggia


 

 Di seguito è possibile visionare una demo delle lezioni (fad asincrona)


Il RUNIP (Registro Unico Italiano Professionisti), gestito dall'Ente di formazione accreditato Join Academy & Consulting Soc. Coop. a rl, è un Registro professionale che raccoglie gli esperti che si occupano dello studio e dell'analisi degli incidenti attraverso la la loro ricostruzione scientifica oltre agli esperti in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro (RSPP - CSE e CSP - Formatori).

 

Oltre ad elencare i ricostruttori di incidenti aderenti al Registro, si propone di mettere a disposizione degli esperti gli strumenti per l'analisi e lo studio degli incidenti e di rendere noti al pubblico gli attuali sviluppi in materia di sicurezza stradale.

 

Missione 

  • migliorare i principi di base e della metodologia nell'analisi degli incidenti
  • operare con progetti nell'area della ricerca relativa agli incidenti stradali
  • favorire lo scambio di conoscenze tra gli esperti nel campo dell'analisi degli incidenti in Italia e all'estero

 

Per ottenere il libero accesso a tutti i contenuti è necessario essere soci del RUNIP.

 

Clicca sul link per approfondire: REGISTRO RUNIP

JOIN ACADEMY & CONSULTING SCARL E' CERTIFICATO ISO 9001:2015

 

PROGETTAZIONE ED EROGAZIONE CORSI DI FORMAZIONE PRODESSIONALE - EA37

 

PROGETTAZIONE, EROGAZIONE E MONITORAGGIO DI FORMAZIONE IN MODALITA' ASINCRONA E SINCRONA CON APPLICATIVO WEB FORMAREGIONE

 

Clicca sul link per visionare il Certificato ISO 9001:2015

 

Clicca sul link per visionare il Certificato ISO 9001 FAD

 

CONTATTACI ORA 

PER QUALSIASI INFORMAZIONE

Per avere informazioni sui nostri corsi potete telefonare ai numeri 081.193.195.67 - 02.379.014.59 oppure compilare il modulo sottostante.

 

Prima di inviare la richiesta di contatto ricordatevi di selezionare il corso che vi interessa e di ricontrollare attentamente il vostro indirizzo e.mail altrimenti, in caso di errore, non ci sarà possibile rispondervi.

Grazie 

 

Per favore, inserisci il codice:

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Autorizzo al trattamento dei dati personali secondo il Disposto di Legge 196/2003 per essere contattato e ricevere le informazioni da me richieste con la compilazione del modulo.